10 soluzioni per non smettere di suonare in vacanza

By Miguel Ángel Ariza

Da Guitars Exchange vogliamo offrirti 10 soluzioni per fare in modo che l'amore per il tuo hobby di suonare la chitarra non s’interrompa temporaneamente per la mancanza di spazio in valigia.  

Ti proponiamo 5 soluzioni per collegare il tuo strumento e 5 soluzioni per fare in modo che il tuo strumento entri in valigia o in macchina, senza dover pensare a una valigia più grande o a un furgone.    

Dove collegarti in vacanza:  

1. Viaggi ovunque con il computer perché devi mantenere i contatti con il lavoro, la realtà o solo perché non hai terminato l’ultima serie di HBO o Netflix? Bene, ecco la prima e più semplice delle soluzioni: l'Amplitube 4. Un'intera gamma di testate, cabinet ed effetti con la più alta qualità digitale nel tuo computer per poco più di 100 euro. È incredibile il suono che si può ottenere dalla chitarra con un software come questo. I tempi delle valvole sembrano tramontare. Il digitale sta diventando sempre più fedele. Altamente raccomandato.
 

 

2. Vuoi sparire completamente dal pianeta Terra, non guardi la TV, non leggi la stampa online e quindi non porti nemmeno il computer con te? Nessun problema...perché quello che hai sempre con te è il tuo cellulare. La stessa azienda (IK Multimedia) ti rende le cose facili con l’iRig, un semplice collegamento al tuo cellulare che ti consente, con un solo dispositivo, di collegare la chitarra al tuo telefono e di ascoltarti direttamente con gli auricolari,  senza che i tuoi genitori, il tuo partner o il tuo vicino possano chiederti di abbassare il volume. Se hai con te solo il cellulare, questa è la soluzione più semplice.
 

 

3. Appartieni a un lignaggio di altri tempi, sei l'ultimo dei bohémien, vivi ancorato negli anni '50 e te ne freghi di tutta la tecnologia venuta dopo, compresa la rete di reti e quei disgustosi dispositivi chiamati telefoni cellulari? Muori per collegare la tua chitarra elettrica da qualche parte, per emettere un suono simile al canale pulito o saturo del tuo amplificatore di cui anche tu, uomo lontano dalla folla impazzita, non puoi fare a meno durante le vacanze? È da anni che la Vox ha trovato una facile soluzione con le sue diverse versioni e suoni al gusto del consumatore: i Vox Amplug. Come l'iRig, ma senza bisogno di un cellulare. Lo si collega direttamente alla chitarra. L’uscita va diretta agli auricolari. Semplice e con un tono basato sui suoni leggendari del marchio. Il modo perfetto per suonare per ore senza stancarsi.
 

 

4. Vai in vacanza ma speri che qualcuno ti dia l'opportunità di suonare nel suo bar sulla spiaggia, locale o beach club ma non ti puoi portare dietro l’attrezzatura? Bene, ecco il Vox MV50, uno degli ultimi ‘giocattoli’ che abbiamo avuto l'opportunità di provare e che ci ha lasciato a boccha aperta. Una mini testata da mezzo chilo di peso de 50 watt di potenza che produce un suono più che accettabile per meno di 200 euro. Ovviamente ha anche l'uscita per le cuffie per suonare in casa se la tua occasione non arriva mai quest'estate, ma se finalmente ricevi la chiamata e ti propongono il concerto in spiaggia che tanto desideravi, questo pre-amp è più che sufficiente.
 

 

5. Mai senza il mio combo! Non sei in grado di lasciare la chitarra a casa e non la collegheresti mai a qualcosa di digitale o che non abbia un cono? Bene, il Blackstar HT1R è una delle migliori soluzioni possibili. Uno degli amplificatori "home" più famosi degli ultimi anni. Un marchio di qualità che mette sul mercato un amplificatore da 1-watt e un cono da 8 pollici. Una delizia per qualsiasi chitarrista che non occupa troppo spazio nel bagagliaio.
 

     

Che chitarra mi porto?  

1. Harley Benton Travel Guitar

Poco più di 100 euro ti permettono di lasciare la tua Martin D45 a casa al sicuro dall'umidità e dalle intemperie durante l'estate e allo stesso tempo di continuare a esercitarti con le scale e a cantare canzoni d'amore alla luce del falò ovunque tu vada. Non ci metteremo a parlare di qualità del legno o della costruzione, ma poniamo l’accento sul fatto che questa chitarra suona davvero e i file audio della pagina di Thomann lo dimostrano: sentire per credere!    

   

2. Cordoba Mini M

Ancora più piccola della precedente ma con top solido. Questo mini strumento, trasformato in una chitarra da viaggio dal marchio Córdoba, è la soluzione più economica per il chitarrista classico, di bossanova o di flamenco che non possa portarsi diestro la sua chitarra principale.    

   

3. Kala Mahogany Guitarlele
 
Ha la dimensione di un ukulele tenore ma con sei corde come una chitarra. Un ibrido con top, fasce e fondo in mogano che raccomandiamo solo nei casi di estremo bisogno per "sgranchirsi le dita" durante le vacanze in quanto non è né una cosa né l'altra e noi siamo classici.    

   

4. Taylor GS Mini
 
Vai in vacanza, non puoi portarti diestro la tua chitarra preferita ma non sei disposto a suonare con un suono che non sia magnifico? Bene, questa è la tua scelta: la Taylor GS Mini. Abbiamo già consigliato molte volte questa chitarra, su Guitars Exchange, perché ci piace. Grande sound e buona costruzione in un corpo con scala di 597 mm. La scelta del chitarrista esigente anche nel periodo delle sue vacanze.    

   

5. Travel Pro Series BM
 
Mai senza la mia chitarra elettrica! Rifiutate in modo tassativo di passare all'acustica in vacanza ma la vostra auto è strapiena e non la chitarra e l’amplificatore devono restare a casa? Bene, se non l'estetica per te non è fondamentale, questa Travel Pro Series BM della Traveler Guitars può essere la soluzione ai tuoi problemi. Se è vero che il suo design non è esattamente quello di una Gretsch White Falcon, possiamo dire che la sua dimensione è "quasi" come quella della pala della White Falcon, rendendola, per dimensioni e disegno, la chitarra perfetta per essere trasportata in spazi molto piccoli.