In The Style Of John Petrucci

Di Miguel Ángel Ariza

Nel mondo del virtuosismo della chitarra elettrica, ci sono pochi nomi in grado di mettere d’accordo tutta la comunità di chitarristi sul valore di uno in concreto… Nei fori e nelle riviste specializzate e focalizzate sulla tecnica delle sei corde, un ‘animale’ come John Petrucci trasforma le comuni dispute e discussioni su chi è buono, cattivo o nella media, in un mantra con un unico messaggio: lui è uno dei migliori.    

In questa sezione cercheremo di trasmetterti qualche dritta su come ottenere l’incredibile tono che il buon John tira fuori nei suoi concerti con la sua leggendaria band Dream Theater.
   

Per quanto riguarda le chitarre, ci troviamo difronte a un chitarrista-fan delle 7 corde: come molti saprete, ha la sua propria linea signature con la marca Music Man, tanto a 6 come a 7 corde. In comune hanno tutte lo stesso obiettivo, come più volte ha ripetuto lo stesso Petrucci: “Che siano le chitarre più facili da suonare al mondo”. Per quello, il chitarrista ha disegnato specificamente certi dettagli che le rendono uniche, come la profilatura del corpo all’altezza dell’avanbraccio o il fatto che tutti i controlli della chitarra si trovino all’altezza della normale traiettoria della mano destra.
   

La gamma più alta di queste chitarre, la Majesty (in onore al primo nome che usarono i Dream Theater), ha delle vere chicche, come un piezo pickup (he usa in pezzi acustici) o la possibilità di emettere il segnale in Mono o Stereo che gli consente di trasmettere in stereo, appunto, ai due amplificatori Mesa Boogie signature JP-2C che ha equalizzato in modo diverso e che creano quel suono così ‘immenso’ e avvolgente che possiamo sentire dal vivo.    

Per chi ha già una certa familiarità con gli ampli Mesa Boogie, aggiungiamo solo che il JP-2C di Petrucci è praticamente un Mark 2C-Plus (modello di cui è arrivato a usarne tre contemporaneamente dal vivo) con diverse migliorie, fra cui la più interessante consiste in un equalizzatore indipendente per ogni canale.      

Nel grafico interattivo qui di seguito, come sempre, abbiamo cercato di proporvi tre differenti opzioni, per tutte le tasche, per ottenere un suono alla John Petrucci…peccato non poter aggiungere un budget addizionale per ‘suonare’ come lui: questa è una cosa che lasciamo ad ognuno di voi, chitarristi, e alle ore che vogliate dedicarci. Lui, sicuramente, ne ha dedicate un bel po’.      

Trova il 'suono alla John Petrucci' giusto per te